Negli Stati Uniti, come forse già sapete, i voti non vanno da 1 a 10 ma dalla A alla F. Per calcolare una sorta di “media” hanno un valore che si chiama GPA (grade point average), calcolato sui voti presi durante tutti e 4 gli anni di liceo. Calcolare il GPA sui voti Italiani e’ molto difficile se non impossibile, e grazie al cielo non è essenziale.

Per avere un’idea del tuo GPA esiste un calcolatore online (clicca qui) che, in base alla tue materie e ai voti in pagella ti da uno score.

Per iscriversi basta infatti mandare le pagelle di seconda, terza, quarta e quinta liceo. Il sistema scolastico Italiano non premia particolarmente gli studenti (diciamocelo, un 8 vale molto più di un 80%), ma per fortuna molte università ne sono a conoscenza e sanno come interpretare transcripts da sistemi scolastici differenti.

Ovviamente più belli sono i voti, più alte sono le possibilità di essere ammessi. Tuttavia, non fatevi fermare da un debito in seconda o da un 6 in matematica in quarta: in America esaminano le iscrizioni con un metodo olistico, pesando tutti gli elementi presenti nel file, cercando di non penalizzare un candidato per dei voti bassi.

Per mandare le pagelle bisogna innanzi tutto chiedere una copia alla scuola (fate questo per tempo, le segreterie dei licei italiani non sono famose per la loro efficienza). In seguito bisogna scannerizzare i documenti (e salvarli come file pdf). Le università hanno bisogno sia delle pagelle in Italiano, che di quelle tradotte. Per tradurle, dovete trovare un traduttore ufficiale. In Italia, ci sono molti traduttori che sono specializzati nel tradurre documenti ufficiali – anche pagelle. Una volta tradotte e ottenuta la versione digitale delle pagelle (con il timbro del traduttore ufficiale) potete caricarle sul sito della Common App.

Translate »